Parcheggi del centro storico di Rimini, nuovo incontro tra Confcommercio e l’amministrazione comunale Il presidente Gianni Indino: “Soddisfatti per il prolungamento del servizio del trenino gratuito nei weekend di gennaio per approfittare dei saldi. Il Comune lavora anche ad altre soluzioni”

Pubblicato il 14 Gennaio 2020 alle 09:37

Rimini, 7/01/2020 – Comunicato stampa

Parcheggi del centro storico di Rimini, nuovo incontro tra Confcommercio e l’amministrazione comunale

Il presidente Gianni Indino: “Soddisfatti per il prolungamento del servizio del trenino gratuito nei weekend di gennaio per approfittare dei saldi. Il Comune lavora anche ad altre soluzioni”

“Continuano i nostri incontri con l’amministrazione comunale sul tema parcheggi, l’ultimo dei quali il 27 dicembre scorso, che ci ha visti uscire con soddisfazione. Massima la disponibilità mostrata dagli amministratori ad ascoltare e accogliere le istanze dei commercianti del centro storico che abbiamo portato al tavolo. A cominciare dall’accoglimento della richiesta di prolungare il servizio di navetta gratuita dai parcheggi attraverso il trenino: il servizio sarà attuato nei fine settimana di tutto il mese di gennaio e permetterà alle persone di frequentare il centro e di fare shopping nei negozi approfittando dei saldi di fine stagione. Si stanno poi vagliando altre soluzioni per arrivare ad un “Pacchetto Parcheggi” che raccolga misure e soluzioni per agevolare i fabbisogni della città, di visitatori, turisti, residenti e commercianti. Si sta procedendo con l’individuazione di alcune aree in prossimità del centro che possano essere utilizzate per creare stalli provvisori serviti da navette durante il periodo in cui l’area del parcheggio Scarpetti sarà interdetta all’utilizzo per consentirne i lavori di ampliamento.

Abbiamo poi chiesto di implementare la segnaletica riguardante le aree di sosta, in modo da indirizzare meglio gli automobilisti che non ne conoscono l’ubicazione. In questo senso, sarebbe auspicabile che tutti i parcheggi venissimo messi a sistema attraverso la segnaletica con l’indicazione numerica dei posti liberi disponibili: domenica 5 gennaio nel pomeriggio ho visto tante auto in coda al parcheggio di piazzale Gramsci che era pieno, mentre all’area Padane che dista solo 3 minuti a piedi c’erano numerosi stalli liberi. Si auspica dunque per tutto il sistema parcheggi una comunicazione capillare, anche con l’uso delle nuove tecnologie.

Abbiamo infine proposto l’amministrazione di valutare l’idea di abbonamenti per le diverse esigenze dei fruitori, dalle soste brevi e quelle di lunga durata negli orari di apertura dei negozi. Inoltre, chiediamo al Comune di riproporre gli sconti dedicati a chi lavora nel centro storico: insieme al contributo di 100 Euro che abbiamo confermato anche nel 2020 come Ente Bilaterale del Terziario, permetterebbe ai lavoratori di parcheggiare l’auto per andare al lavoro con pochi centesimi al giorno”.