Entra nel vivo la campagna di comunicazione di Confcommercio per gli acquisti nei negozi di vicinato

Pubblicato il 20 Dicembre 2021 alle 09:01

Entra nel vivo la campagna di comunicazione di Confcommercio per gli acquisti nei negozi di vicinato

Il direttore di Confcommercio della provincia di Rimini, Andrea Castiglioni: “Sta per iniziare la settimana più importane dell’anno per il commercio al dettaglio. La crescita dei consumi a Natale rischia purtroppo di essere frenata dai timori per la pandemia, dall’inflazione e dai costi del caro bollette. Il nostro impegno è supportare le piccole imprese del commercio e spronare a fare acquisti sotto casa, affinché si riesca ad attuare l’auspicata ripresa dei consumi”

Il presidente Gianni Indino: “Crediamo fortemente nell’importanza di fare acquisti nei negozi, per il futuro delle attività e per tenere vive le nostre città. Distribuiti alle attività economiche locandine e biglietti che sottolineano come la scelta del consumatore sia un regalo non solo per chi lo riceverà, ma anche per la città”

“Sta per iniziare la settimana più importante dell’anno per il commercio al dettaglio. In questo weekend e nei giorni che porteranno al Natale – spiega Andrea Castiglioni, direttore di Confcommercio della provincia di Rimini – si concentreranno infatti le spese per i doni da mettere sotto l’albero. La crescita dei consumi a Natale rischia purtroppo di essere frenata dai timori per la pandemia, dall’inflazione e dai costi del caro bollette. Secondo l’indagine realizzata da Format Research per Confcommercio quest’anno per i regali di Natale in Italia si spenderanno 158 euro pro capite, rispetto ai 164 dello scorso anno. Una cifra stimata che vede calare dell’8% la spesa rispetto a quella del 2019 e di oltre il 36% rispetto al 2009. Le attese, dunque, confermano l’attuale clima di incertezza dovuto al perdurare della pandemia e ai rincari generalizzati dei prezzi, a cominciare da quelli dell’energia. Come sottolineato dal presidente Sangalli, per rilanciare la fiducia occorre accelerare il previsto taglio delle tasse, a cominciare da Irpef e oneri contributivi a carico delle imprese. Il nostro impegno è supportare le piccole imprese del commercio e di spronare agli acquisti sotto casa affinché si riesca ad attuare l’auspicata ripresa dei consumi anche attraverso lo shopping nei negozi di vicinato”.

“Crediamo fortemente nell’importanza di fare acquisti sotto casa – dice il presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino – a maggior ragione durante il periodo natalizio, per supportare il commercio di vicinato e contribuire così a tenere vive le nostre città attraverso le vetrine illuminate. Per questo anche quest’anno abbiamo pensato ad una campagna di comunicazione per invitare cittadini e turisti a fare shopping nei nostri negozi. In realtà è più di un invito, è una richiesta accorata a sostenere i commercianti in questo momento estremamente delicato. Lo facciamo distribuendo locandine alle attività economiche del territorio, ai negozianti, ma anche ai pubblici esercizi, consapevoli di come bar e ristoranti facciano da traino anche per il commercio, richiamando gente nelle vie del centro e dei borghi cittadini. “Acquista in negozio, fai un regalo alla tua città!” è il claim che abbiamo scelto, ponendo l’accento sulla forza del gesto dell’acquisto in negozio per mantenere aperte le attività, illuminare le vetrine e fare risplendere la bellezza che ci circonda. Ai commercianti abbiamo messo a disposizione anche migliaia di biglietti da inserire nelle confezioni regalo per sottolineare come la scelta del consumatore sia un regalo non solo per chi lo riceverà, ma anche per la città. Insieme a questo nel Comune di Rimini abbiamo realizzato una mappa in cui riportiamo in maniera semplice la dislocazione dei principali parcheggi nonché il servizio navetta gratuito, da noi fortemente voluto, che permetterà di raggiungere il centro cittadino salendo su quelli che mi piace chiamare trenini dello shopping e che invito tutti ad utilizzare. Tutto ciò sarà veicolato dai nostri web grazie a fotografie, video e materiale promozionale e informativo”.